Blog di cultura del cibo, stile di vita e turismo enogastronomico

Video

Loading...
Google
 

domenica 29 aprile 2007

Calorie: queste sconosciute.

Quanto si parla di calorie? Quanti discorsi vengono conditi da tale parola?

MA COSA SONO??

iStockphoto

Alcuni hanno un'idea vaga di cosa siano, quindi vale la pena approfondire un pò l'argomento. Non essendo degli esperti utilizzeremo fonti prese da questo inesauribile mondo che è il web, scegliendo quelle che, a nostro parere, sono le più attendibili: Wikipedia, Melarossa e testimonianze di alcuni specialisti.

Prima di tutto una definizione: la caloria (o piccola caloria, simbolo cal) è un'unità di misura
dell'energia. Viene definita come la quantità di calore necessaria ad elevare da 14,5 a 15,5 °C la massa di un grammo di acqua distillata a livello del mare (pressione di 1 atm).

In biologia o in nutrizione la grande caloria (Cal o kcal), equivalente a 1000 cal, indica l'apporto energetico di un alimento. La determinazione dell'apporto calorico deve essere fatta in riferimento allo zucchero, che è l'alimento naturale di più semplice assimilazione. Tenendo conto che un g. di zucchero sviluppa 3,92 Kcal, un grammo di proteine circa 4 Kcal e un grammo di lipidi circa 9 Kcal, tutti gli altri alimenti devono essere rapportati ad essi per calcolarne l'apporto energetico.

Quando nasce il concetto di caloria?

J. P. Joule definì per primo il concetto di caloria nel 1850, in base a un esperimento chiamato "mulinello di Joule".
Il dispositivo sperimentale era composto da un recipiente contenente un kg di acqua alla temperatura di 14,5°, in cui vi era immerso un dispositivo costituito da delle "palette" fissate a un "albero" centrale capace di ruotare attorno al proprio asse. Attorno all'albero erano avvolti due fili passanti ciascuno per una carrucola, e a ciascuna estremità vi era un peso. I pesi scendendo per forza di gravità facevano ruotare per mezzo del filo l'albero a cui erano fissate le palette che, provocando un movimento dell'acqua, ne facevano innalzare la temperatura.

In base a questo esperimento Joule definì quindi la caloria (grande caloria, cioè Cal) come la quantità di calore necessaria per far alzare di 1 °C un kg di acqua, da 14,5 °C a 15,5 °C.

Alcuni dati:

  • 1 grande caloria = 1 Cal = 1 kcal = 4185,5 J = 4,1855 kJ
  • 1 piccola caloria = 1 cal =4,1855 J
Più avanti parleremo di Etichette Nutrizionali, Apporto Calorico Medio Giornaliero e Fabbisogno Energetico Umano.

1 commento:

Anonimo ha detto...

quello che stavo cercando, grazie